Archivio - NEWS 2008/2009

Gilardino alla Gazzetta

Stadio Franchi Intervista

29.05.2009
Guarda l'intervista realizzata da Matteo Dalla Vite della Gazzetta dello Sport ad Alberto Gilardino

 Tretrecinque... Messaggio inviato. «Certo che a Paolo ho già mandato un sms. Paolo Maldini va applaudito, tanto, e so che il Franchi lo farà. Ma poi...». Ma poi? «Poi l’impresa la vogliamo noi». E’ già Gila vs Milan. «Questa è la Partita - dice Alberto Gilardino - . Sia chiara una cosa però: essere quarti con una giornata d’anticipo è già qualcosa da grandi applausi, e se poi arriverà anche il terzo posto sarà davvero fantastico. Abbiamo avuto momenti difficili e ne siamo usciti con la forza di tutti, alcuni ci davano per spacciati e invece siamo lì».Subito al dunque: se fa gol esulta?«Certo, vuoi perché è normale e vuoi perché i fischi dell’andata non mi sono andati giù. Poi per carità (sorride), se hanno fischiato Maldini figuriamoci il sottoscritto, ma io sono abituato a dare tutto per la maglia che indosso. Se in me c’è voglia d rivalsa? No. E’ una partita importantissima, ci tengo a vincerla per noi e per Firenze. Nel Milan sono stato in un bel gruppo, ho vinto Champions, Intercontinentale, Supercoppa. Poi non sono state tutte rose e fiori, ma 44-45 gol in 3 anni non son pochi ».Terzo posto uguale vittoria con due gol di scarto.«Non impossibile ma nemmeno facile: so come il Milan preparava le partite fondamentali. Però credo nell’impresa: per la nostra voglia, la carica che abbiamo, la spinta di uno stadio che sarà travolgente».Un anno fa, Fiorentina quarta ai danni del Milan: tifava già viola?(ride) «Nooo. Ero un giocatore del Milan, non sapevo ancora come sarebbero andate le cose. Certo, a fine del campionato cominciai a prendere contatti».Crespo potrebbe andare al Genoa che offre un contratto più ricco, lei per Firenze si decurtò l’ingaggio: la morale qual è?«Che non entro nelle scelte altrui e che io volevo confrontarmi con me stesso e rimettermi in gioco qui. Beh, ci sono riuscito ».Da tempo cerca il ventesimo gol: ne servono due, fa anche il 21˚?«Magari: sarebbe troppo bello. Ma non diciamolo prima, ok?».Allora diciamo una cosa: dov’è finito il violino?«E’ sempre lì, anche se è da un po’ che esulto in altra maniera. Alla Inzaghi? No, come viene. Il violino è per le occasioni super...».Cosa le resta di quella 'mano' a Palermo?«Uno striscione bellissimo dei miei tifosi (Gila baciamo le mani, ndr) e il dispiacere che il popolo palermitano abbia pensato che l’avessi preso in giro. E’ stato un gesto istintivo, quando un attaccante è in area non capisce più niente...».«Credo allo scudetto a Firenze »: lo dice Prandelli.«Oltre al fatto che non l’ho mai vinto, trionfare qui sarebbe un grande segnale. Cosa manca? Dobbiamo ridurre il divario dal-l’Inter, perché vista la classifica è lì la distanza, non con le altre ».Se Ancelotti la chiama al Chelsea?«Io sto qui, ho trovato la mia dimensione. E’ anche grazie a questa città, allo staff e ai compagni che ho riconquistato la Nazionale ».Per il 5 luglio matrimonio confermato?«Confermato».Quanti milanisti inviterà?«Qualcuno ci sarà...».

Video Correlati