Un calcio al razzismo

Un calcio al razzismo

16/01/2020 18:28

Nell’ambito delle celebrazioni per il Giorno della Memoria del 27 gennaio 2020, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ha voluto dedicare un momento ai giovani nel quale lanciare un messaggio unito e convinto di contrasto alle espressioni di odio, violenza e razzismo negli stadi. Oggi pomeriggio nella sede Ucei del Centro Bibliografico “Tullia Zevi”, di Roma, sono sate inviate le società di calcio rappresentante dalle loro giovanili (per la Fiorentina Anastasia Brunetti Under 17 e Tommaso Masi Under 18) alla presenza del Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora e del Presidente della Federcalcio Gravina. L’intento è stato quello di radunare tutti gli attori del mondo del calcio e condividere idealmente l’impegno a dare “un calcio al razzismo”, firmando una carta dei valori che sancisca l’impegno comune alla lotta contro ogni forma di discriminazione firmando infine congiuntamente un pallone che sarà dedicato alla vita e alla convivenza.

Qualche scatto dell'evento

condividi su facebook