Fiorentina e Fondazione Claudio Ciai per la sicurezza stradale

Fiorentina e Fondazione Claudio Ciai per la sicurezza stradale

30/05/2018 10:29

I familiari e amici di Claudio hanno dato vita alla Fondazione Claudio Ciai Onlus con lo scopo di coadiuvare il sostentamento e il recupero di persone che hanno subito incidenti stradali o sul lavoro riportando gravi lesioni cerebrali e/o disabilità permanenti. 


La Fondazione Claudio Ciai Onlus si rivolge ai familiari delle persone che hanno subito incidenti stradali e/o sul lavoro, riportando gravi lesioni cerebrali, mette a loro disposizione il bagaglio di conoscenze maturate. Raccoglie e condivide informazioni sui luoghi di assistenza socio-sanitaria, in Italia e all’estero, sulle opportunità per coprire almeno in parte le spese da sostenere, sulle eventuali azioni legali da intraprendere per far valere i diritti dell’assistito e dei suoi familiari.
 

 

La tragica storia di Claudio Ciai


Era il 15 settembre 2010 quando la notizia di un bruttissimo incidente è rimbalzata sui giornali. Purtroppo per Claudio Ciai, 52 anni, il peggio di questo incidente doveva ancora arrivare, iniziava inconsapevolmente un calvario burocratico che portava a perdere tempo prezioso per il recupero delle funzionalità; è appurato che la maggior parte della ripresa avviene entro il primo anno dall’evento. Claudio ha riportato gravi lesioni cerebrali che gli hanno causato deficit motori e funzionali permanenti che lo hanno portato alla morte il 19 marzo 2014. Non esistendo nel nostro paese strutture per simili pazienti, ha dovuto trascorrere gli ultimi anni in una RSA lontano dai suoi cari perché i condomini hanno impedito l’installazione di una piattaforma elevatrice, che dal giardino gli permettesse di ritornare a casa. Nonostante ci fossero tutti i permessi e cosa ancora più ridicola, un giudice ha ritenuto prevalente l’interesse dei condomini a non veder alterato l’equilibrio della facciata, non pensando minimamente ai diritti di un disabile.

 

 

Intervento

 

La violenza stradale è un killer feroce, capace di mietere silenziosamente in Italia, ogni anno, più vittime degli attentati alle Torri Gemelle di New York o dell’Aids. Si tratta del fenomeno criminale più esteso in assoluto, eppure non viene percepito come un pericolo.

 

Ieri pomeriggio la Fondazione Claudio Ciai ha incontrato il settore giovanile ACF Fiorentina per parlare di Sicurezza Stradale perché sulla strada, non solo si può morire o rimanere seriamente feriti, ma anche uccidere se si guida senza rispettare le norme o sotto l’effetto di alcol o stupefacenti. Questo riguarda tutti gli utenti della strada che guidano un mezzo; ciclisti, motociclisti, automobilisti...etc

Va anche detto che oltre a potenziare la propria coscienza di guidatore, altrettanto importante è  sviluppare un concetto di guida difensiva poiché spesso dobbiamo essere attenti ai comportamenti altrui piuttosto che ai nostri.
 

Sono intervenuti:

–     Francesco Ciai, Presidente Fondazione Claudio Ciai Onlus

–     Fabio Zanieri, infermiere del 118

–     Andrea Biagioli, Commissario Capo Polizia Stradale

–     Rita Labate, Assistente Capo Polizia Stradale

Le foto dell'evento

 

condividi su facebook